downloadpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevsearchsharesocial-facebooksocial-googlesocial-instagramsocial-linkedinsocial-periscopesocial-pinterestsocial-twittersocial-youtube

Uno spazio da condividere

In una certa tradizione lo spazio dedicato alla preparazione del cibo è riservato a chi prepara i pasti, un modo per favorire la concentrazione e proteggere i segreti delle migliori ricette. Aprire il più possibile questo luogo magico alla convivialità è l’innovativa idea Arclinea che il progetto di Convivium - nel 2002 - spinge a una logica conclusione di disegno. L’isola funzionale si estende fisicamente in un grande tavolo in legno, vero elemento d’arredo che crea un piacevole contrappunto con l’area operativa e riporta a memorie familiari della cucina di un tempo. A integrare quest’unità abitativa da vivere quotidianamente, il sistema Closet, spazio chiuso che accoglie la zona tecnica, i contenitori per cibi e strumenti e alleggerisce l’ambiente complessivo, ridefinito come luogo aperto alla convivialità.

L’architettura della casa trova con Convivium soluzioni straordinarie. Al centro la grande isola conviviale con ante in acciaio inox PVD bronzo, piano operativo in marmo Calacatta oro ad alto spessore e nuova cappa Isola in finitura PVD bronzo. Lavorazione artigianale e attenzione al dettaglio per l’ampio tavolo integrato Era, in legno rovere fumé NTF. A fianco dell’isola il nuovo Closet: la zona più operativa dell’ambiente è definita da un volume architettonico avvolto da una boiserie in legno e chiuso dal nuovo sistema di ante a 180° con apertura orizzontale a pacchetto Modus. Vina, la cantina vini refrigerata di Arclinea, conclude l’ambiente e collega, nella sua essenza relazionale, la tavola conviviale al soggiorno.



L’isola operativa (301x140 cm), ha un nuovo piano spessore 20 cm in marmo Calacatta oro con invaso da 12 mm, sui due lati funzionali e un canale attrezzato centrale, in acciaio inox largo 20 cm, con accessori posizionabili a piacere su progetto; alcuni removibili ed intercambiabili (porta mestoli, scolapiatti, appoggia bicchieri, porta coltelli, porta spugne), altri fissati al canale (presa totem, rubinetto). Nel piano, trovano posto la cottura in acciaio inox con griglie in ghisa e comandi in acciaio PVD nero, una pattumiera da piano e il lavello in acciaio inox incasso a filo. Due griglie in ‘paperstone’ grafite (prodotto ricavato da processi di riciclo della carta), sono posizionati a piacere e scorrono sulla lunghezza dell’invaso.


Grazie al perfezionamento della lavorazione abbiamo potuto introdurre recentemente delle finiture come il PVD (cioè Physical Vapour Deposition): una tecnologia speciale con cui si possono fissare sull’acciaio diversi colori attraverso l’evaporazione del titanio. Ne risulta una lega con una superficie ancora più resistente e toni metallici più caldi, adatti anche per chi non ama particolarmente l’acciaio inox.





Richiedi informazioni

  • alle attività di profilazione

  • alla comunicazione a terzi per fini di marketing

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Top